Spesso, nella vita di coppia, la prevedibilità prende il sopravvento: solo uscendo dalla monotonia, ritroverai l’armonia e la passione con il partner.

Si parla spesso di crisi di coppia, ogni anno sempre più coppie decidono di separarsi, questa crisi generalmente non è causata da un singolo fattore ma da una serie di eventi portati negli anni.
La coppia riconosce lo stato di crisi quando un fattore scatenante si presenta in modo drastico come la scoperta di un tradimento, ma la crisi in realtà era già presente. Non si arriva mai direttamente al tradimento in una coppia serenamente stabile, prima si presentano litigi, disguidi, si notano maggiormente i difetti, spesso dopo tanti anni insieme ci si accorge che forse il compagno non è la persona giusta per noi, ci si rende conto che le cose in comune sono sempre meno e di conseguenza i litigi e le discussioni aumentano.

La crisi di coppia si può definire un periodo di malessere che dura per molto tempo, ad esempio, quando in questo periodo i tentativi di risoluzione ai vari problemi, anziché avere risvolti positivi, si trasformano in silenzi o continui litigi ogni volta che si ripresenta un problema.

In coppia non dimenticarti di te

Un ingrediente vincente di ogni coppia che funziona è l’equilibrio psichico individuale, indispensabile per garantire un “assetto stabile” alla relazione. Il caso di Roberta ne è un esempio: per salvaguardare il rapporto con il suo compagno e viverlo con serenità, ha giustamente cercato fin da subito di sottolineare questo discorso, facendogli capire che ognuno deve mantenere la propria individualità, senza rendersi dipendente dall’altro. Tutto bene, quindi?  Non proprio: per quanto sembri un paradosso, per funzionare, una coppia ha bisogno anche di un tocco di sana… insicurezza! Proprio così: in amore, quando ci sentiamo “arrivati”, quando tutto sembra filare liscio, dovremmo preoccuparci. Sentite come continua la e mail di Roberta: “ Il punto è che non riesco proprio a capire perché in una circostanza idilliaca come quella che sto vivendo sono sempre alla ricerca di qualcosa di più… Ad esempio, mi ritrovo talvolta a messaggiare con ragazzi che ho avuto in passato, desiderando di flirtare con qualcuno, senza che abbia realmente intenzione di farlo, come se fosse un gioco. Perché non riesco a focalizzarmi solo su di lui? Perché devo sempre ricercare il rischio, il brivido? È solo insicurezza e bisogno di conferme? E soprattutto, dovrò convivere tutta la vita con questa altra me?”

La troppa sicurezza è sempre un problema…

Apparentemente quella di Roberta sembra la condizione ideale: ha 30 anni e già convive con quello che a tutti gli effetti sembra essere l’uomo giusto per lei. E allora perché tanta inquietudine? A ben guardare, così perfetta la sua vita non è: le manca quel pizzico di follia, di mistero capace di dare un po’ di pepe alle sue giornate e alla relazione stessa. Dice di vivere un momento d’idillio col partner, ma in realtà nella sua coppia non c’è più magia… Così, le capita di “messaggiare” con altri ragazzi, non perché voglia ferire il compagno o desideri davvero tradirlo, ma per riassaporare quel gusto del brivido e del rischio che da troppo tempo latita. La loro storia è diventata prevedibile, si ripete sempre uguale: la sua quindi non è insicurezza, ma bisogno di rompere quel tran tran quotidiano che fa assomigliare la loro relazione a un lavoro impiegatizio, ogni giorno uguale a se stesso. La situazione di Roberta è l’esempio di come anche l’unione più solida ogni tanto ha bisogno di aria nuova, altrimenti la routine prenderà il sopravvento e l’insoddisfazione busserà alla porta….

Crisi di coppia:

Come riconoscere la crisi di coppia?

Innanzitutto bisogna capire se la crisi è momentanea o se la cosa va avanti da troppo tempo e nonostante gli sforzi da entrambe le parti sembra impossibile uscire da questa situazione di disagio.
Nel caso in cui la crisi sia solo momentanea, dovuto ad una serie di problematiche abbastanza o meno gravi da spezzare la passione e il benessere, prima presente nella coppia, si può stare tranquilli, perché può capitare a qualunque coppia anche la più innamorata.
Dopo tanti anni insieme si possono verificare una serie di problemi che possono mettere in difficoltà l’equilibrio della coppia. Ma una coppia stabile risolverà più o meno facilmente ogni tipo di problema.

Innanzitutto bisogna capire se si tratta di una vera e propria crisi e se il nostro compagno è la persona giusta, la persona che vorremmo al nostro fianco per tutta la vita. Ci piace veramente? Ci fa star bene? È la persona che vogliamo avere affianco nei momenti di difficoltà? Desideriamo solo il suo bene? Abbiamo molte cose in comune? Se è si allora vale la pena affrontare la crisi e cercare di capire il fattore scatenante. Il lasciare correre per non litigare, non essere se stessi e fingere ciò che non siamo per piacere al partner, non sono mosse giuste, buona cosa è prendersi cura di sé e del proprio partner restando se stessi.
Se il partner ci ama veramente, apprezzerà i nostri difetti quanto i nostri pregi

Consigli:

E ora seguiamo passo dopo passo i consigli da seguire per superare le difficoltà e riaccendere la passione. Potrete seguirli tutti o in parte, solo voi sapete ciò di cui ha bisogno il vostro rapporto.

Innanzitutto bisogna affrontare i problemi e parlarne. Non c’è cosa più importante della sincerità in un rapporto di coppia.

Prima di tutto per amare ed essere amati bisogna prima amare se stessi e risolvere i propri problemi interiori e soprattutto prendersi cura di se stessi (praticare uno sport, mangiare sano, ritagliarsi del tempo per se stessi).
Una crisi può essere confusa con un semplice periodo in cui la routine di tutti i giorni va ad opprimere la passione che c’era. Il lavoro, i vari impegni quotidiani, gestire e crescere i propri figli spesso causano perdita di passione ed attenzione verso il partner.
Se i rapporti sessuali con il partner cominciano a ridursi, se non  si guarda il partner più come una volta, solo per colpa degli impegni e pensieri che ci attanagliano, allora bisogna rimboccarsi le maniche e trovare un modo per risvegliare la passione e la complicità persa. Se il problema è di entrambi, entrambi devono impegnarsi a riaccendere la passione, se uno dei due non ha interesse a risolvere la cosa allora tutto questo potrebbe risultare inutile.

E ora passiamo ad alcuni atteggiamenti da seguire insieme.
Ponetevi questa domanda: quando è stata l’ultima volta che avete fatto qualcosa di romantico insieme? Pensateci, perché per una coppia risulta molto importante per mantenere vivo il rapporto, ritagliare del tempo insieme per fare qualcosa di romantico. Non è necessario preparare qualcosa di eccezionale o di costoso, basta una cenetta, o semplicemente fare qualcosa che si fa tutti i giorni ma abbracciati o comunque più vicini. Aumentare il contatto fisico, come un semplice abbraccio, può essere in grado di aumentare intimità ed intesa. Ritrovare i piaceri in comune, ritrovare vecchie passioni aumenteranno l’intesa che porterà ad una maggiore intimità.
Ciascun partner dovrebbe dedicare del tempo al proprio partner, fare un piacere, preparare la colazione o la cena, fare un massaggio, tutto questo potrà solo che giovare alla coppia. Non sono da trascurare i complimenti, reciproche attenzioni, far sentire bello e desiderato il proprio partner.

Secondo recenti scoperte, uno dei motivi di crisi e tradimenti è proprio la mancanza di attenzioni ricevuta dal partner.
Il rapporto di coppia non va assolutamente trascurato ma deve essere curato giorno dopo giorno per evitare che muoia. Al giorno d’oggi tutti noi viviamo una vita frenetica, piena di impegni e stress continui ma questi fattori non devono intralciare il proprio percorso. Niente deve esser dato per scontato,  si devono comprendere i bisogni del partner e prendere delle iniziative per vivacizzare il rapporto. Il partner va sedotto, specie quando meno se lo aspetta.

Non bisogna darsi delle regole nel fare l’amore ma abbandonarsi alla passione, lasciarsi andare e cosa più importante giocare con il proprio compagno. Va sedotto quando meno se lo aspetta; la seduzione, infatti, dovrebbe iniziare molto prima di varcare la soglia della camera da letto e dovrebbe essere spesso vissuta ogni giorno in modo diverso. Quindi osate e non abbiate paura di lasciarvi andare alla passione che, se alimentata nel modo giusto, potrà accompagnare la vostra storia d’amore per sempre.

Coltivare l’intimità è un fattore fondamentale per spaccare la noia e la routine quotidiana che da sempre sono nemici della passione e dell’erotismo nella coppia. Non è necessario essere Mr Grey per appagare la propria donna.

© 2013 - 2018 Centro Medico Effe - Poliambulatorio Fisioterapia e Osteopatia - Powered by Riccardo Favero - Informativa Privacy - Cookie - Credits

Telefono        049 55 66 432