La ritenzione idrica alle gambe e i glutei è uno dei più antipatici problemi antiestetici che riguarda il genere femminile. In realtà, non si tratta solo di una questione estetica, ma di salute vera e propria. La ritenzione idrica infatti, causa gonfiore e pesantezza alle gambe e può portare all’accumulo di ristagno liquido che sfocia nella tanto odiata cellulite.

Ritenzione idrica alle gambe: cos’è e quali sono le cause

La ritenzione idrica non è altro che l’accumulo e il ristagno di liquidi negli spazi tra una cellula e l’altra del nostro corpo, e ha come principali cause uno squilibrio tra il sistema venoso e quello linfatico e una cattiva circolazione sanguigna. Se vi sono delle alterazioni nella funzionalità di questi due sistemi infatti, si può avere ristagno di liquidi, che provoca i seguenti sintomigonfiore ed edema – specie a livello di gambe, cosce e glutei – cellulite e inestetismi della pelle.

La donna ne è particolarmente soggetta a ridosso del ciclo mestruale o del preciclo o in momenti particolari come gravidanza e menopausa, a causa di cambiamenti ormonali importanti. Esiste anche una ritenzione idrica da pillola, sempre causata da squilibri ormonali e dosaggi non proprio ottimali che vanno a incidere negativamente sull’idratazione, trattenendo liquidi e causando gonfiore addominale e pesantezza a livello della pancia e delle gambe in particolare. Oltre infatti a uno stile di vita poco sano, un’idratazione insufficiente e una dieta sbagliata, sono le condizioni ormonali e i conseguenti squilibri a incidere maggiormente sulla presenza di ritenzione idrica e cellulite.

Una volta capito che cos’è esattamente la ritenzione idrica e quali sono cause e sintomi, cerchiamo di capire cosa fare per combatterla e quali sono i rimedi più efficaci per prevenirla.

I sintomi per capirlo

Un gesto semplice per verificare se effettivamente si soffre di ritenzione idrica alle gambe è premere con forza il pollice sulla parte anteriore della coscia per un paio di secondi. Se dopo aver tolto il dito rimane ben visibile l’impronta, siamo con tutta probabilità in presenza di ritenzione idrica. Un altro segno piuttosto visibile, come dicevamo prima, è la presenza di cellulite, soprattutto sulle cosce, generalmente il risultato di una vita sedentaria, di una idratazione insufficiente e di cattive abitudini alimentari.

Massaggio anticellulite fai da te

Un aiuto per combattere gonfiore e pesantezza è effettuare un massaggio anticellulite in modo corretto. Proprio così, con le giuste creme e un corretta esecuzione del massaggio si possono ottenere dei buoni risultati, anche con il fai da te. Ecco nello specifico, tutti movimenti e i gesti da compiere per realizzare un perfetto massaggio anticellulite fai da te.

Ritenzione idrica gambe e glutei: i rimedi per combatterla

Per prevenire o eliminare il problema della ritenzione idrica a gambe e glutei – e quello conseguente della cellulite – ci sono una serie di accortezze e di abitudini sane da seguire che possono aiutare non poco. Oltre alle raccomandazioni più importanti, come evitare una vita sedentaria, fare movimento costante, bere molta acqua e mangiare sano, ci sono infatti altre regole comportamentali che andrebbero seguite se si vuole eliminare il pericolo della ritenzione idrica, in particolare a gambe, cosce e glutei. Eccole qui di seguito.

  • Riducete o, meglio ancora, eliminate le sigarette
  • Evitate di passare ore e ore in piedi o sedute senza cambiare mai posizione
  • Dormite tenendo le gambe leggermente sollevate rispetto al resto del corpo. Per aiutarvi potete mettere un cuscino sotto il materasso in corrispondenza dei piedi
  • ​No a tacchi troppo alti. Ma no anche a calzature rasoterra (vedi ballerine)
  • Siate meno sedentarie e svolgete regolare attività fisica: camminate, correte, nuotate o, semplicemente, portate a spasso il cane

Eliminare la ritenzione idrica alle gambe: la dieta consigliata per sconfiggerla

La cura della ritenzione idrica si basa sulla correzione delle cause che hanno dato origine al disturbo.
Oltre ai consigli sopra elencati è indispensabile correggere anche alcuni errori a tavola. Una dieta ad alto contenuto di scorie (fibra alimentare) aumenta infatti la motilità intestinale e allontana il pericolo di stitichezza, un disturbo che ostacola il deflusso venoso a livello addominale. Una dieta ricca di fibre, di alimenti disintossicanti e povera di carboidrati è il primo passo per prevenire il problema della ritenzione idrica o per correggerlo, laddove esista già.

È quindi importante consumare molta frutta e verdura e in particolare quella ricca di acido ascorbico, ovvero la vitamina C, che protegge i capillari sanguigni. Via libera quindi ad agrumi, ananas, kiwi, fragole, ciliegie, lattuga, radicchio, spinaci, broccoletti, broccoli, cavoli, cavolfiori, pomodori, peperoni e patate, soprattutto se novelle.

Un ottimo aiuto per drenare e sgonfiare è un bel bicchiere di acqua e limone alla mattina, un vero toccasana per la linea e la regolarità intestinale. Potete anche aggiungervi un po’ di zenzero, in generale un alimento ottimale per perdere peso ed evitare gonfiore e pesantezza. Ci sono infatti molte ricette dolci e salate a base di questo alimento detox, non così conosciuto e utilizzato purtroppo, che sono un vero aiuto per chi soffre di ritenzione e cellulite.

Bere acqua è il modo migliore per correggere o prevenire il problema della ritenzione idrica. Dovreste berne almeno due litri al giorno, cercando di evitare bevande gassate e limitando bibite eccessivamente dolci o alcoliche. Il corpo umano è composto per il 90% da acqua e quando non è sufficientemente idratato, come “meccanismo di difesa”, trattiene l’acqua che va ad accumularsi negli spazi extracellulari causando gonfiore, soprattutto nelle estremità del corpo.

Pressoterapia e massaggi drenanti: un toccasana contro la ritenzione idrica a gambe e glutei

Anche massaggi e trattamenti localizzati sono un valido aiuto per eliminare o prevenire il problema della ritenzione idrica a gambe, cosce e glutei. Messaggi drenanti e la pressoterapia sono ad esempio due metodi efficaci e tutt’altro che invasivi. L’ideale sarebbe farne un ciclo piuttosto riavvicinato perché abbiano effetto e agiscano sul problema. Il principio è la stimolazione della circolazione sanguigna attraverso un massaggio stimolante e drenante a compressione che aiuta nel processo di eliminazione di tossine e liquidi in eccesso. Potete anche optare per un messaggio anticellulite fai da te: semplice ed efficace, se fatto in modo accurato e unito a una dieta sana e a un’attività fisica costante, può essere un rimedio utile per eliminare pesantezza e gonfiore alle gambe.

© 2013 - 2018 Centro Medico Effe - Poliambulatorio Fisioterapia e Osteopatia - Powered by Riccardo Favero - Informativa Privacy - Cookie - Credits

Telefono        049 55 66 432