Pressione bassa


La pressione bassa (inferiore cioè a 90/60 mm Hg) o ipotensione, fa avvertire giramenti di testa, spossatezza, debolezza, fatica a concentrarsi, vista offuscata e stanchezza.

Per chi soffre di pressione bassa, l’estate, non è certo il periodo più facile. I lcaldo, l’afa, l’umidità non fanno che accentuare i sintomi ipotensivi: affaticamento, lentezza dei riflessi, vista appannata, tachicardia e, nei casi più gravi, anche svenimenti.

L’ipotensione può essere dovuta a diverse cause ed è sempre bene, se il problema è ricorrente, rivolgersi al proprio medico per capirne l’origine e valutare quindi come è meglio agire.

pressione bassa centro medico effe

Come possiamo evitare gli svenimenti dovuti alla pressione bassa? C’è un’alimentazione adeguata da seguire, per prendersi cura della pressione?

Ecco allora cosa mangiare:

FRUTTA E VERDURA

Avere la giusta dose di sali minerali e vitamine nel corpo è molto importante per fare in modo che la pressione si regolarizzi sui giusti valori. Via libera allora, ancor di più in estate con il caldo, ad un grande consumo di frutta e verdura. Almeno 5 porzioni al giorno, meglio se di più. Ottima anche la frutta secca o essiccata come noci, nocciole, mandorle, albicocche, uvetta, ecc.

INTEGRATORI SALINI

Nel caso non si riesca a raggiungere il fabbisogno di sali minerali e vitamine nel corso della giornata con la sola alimentazione, magari perché si fa sport e si suda molto, ecco che possono venire in aiuto gli integratori salini.

ACQUA, FONDAMENTALE

Sempre e ancor di più se si soffre di ipotensione, è mantenere la giusta idratazione del corpo. Un buon consiglio è dunque quello di bere ogni giorno almeno 2 litri di acqua.

CARBOIDRATI E PROTEINE

L’alimentazione in caso di pressione bassa deve essere sana ed equilibrata, meglio quindi prediligere carboidrati integrali (di cui comunque non bisogna abusare) e cibi proteici ma poco grassi. Un’ottima scelta sono le proteine di origine vegetale.

LIQUIRIZIA

Chi soffre di pressione bassa dovrebbe tenere sempre a portata di mano in borsa un bastoncino di liquirizia o delle caramelle di liquirizia pura. Si tratta infatti di un ottimo rimedio naturale per fare alzare un po’ la pressione, in maniera anche abbastanza veloce. Meglio comunque assumere la liquirizianon quando già ci si sente giù di tono ma preventivamente e sempre senza esagerare.

ZENZERO

Masticare un pezzettino di zenzero, una caramella allo zenzero o dello zenzero candito può aiutare chi soffre di pressione bassa. Si può utilizzare anche la radice fresca sui vostri piatti preferiti oppure preparare la tisana allo zenzeroottima anche per favorire la digestione e reintegrare liquidi.

SALE

Il sale è in grado di tenere più alta la pressione, si tratta però di un alimento da consumare con moderazione per via di alcuni effetti indesiderati che comporta. In caso di pressione bassa, meglio calibrare con il proprio medico il quantitativo giornaliero più adatto alla situazione in modo tale da godere dei vantaggi del consumo di sale evitando invece le controindicazioni, soprattutto a lungo termine.

tab-val-press.jpgcentr medico effe

Vi consigliamo un integratore da preparare in casa.

INGREDIENTI

1 litro d’acqua

1 cucchiaio di zucchero di canna o 2 cucchiai di miele

1 punta di cucchiaino di sale marino integrale (circa 1 grammo)

Mezzo bicchiere di succo di limone (oppure arancia, pompelmo, lime)

1 cucchiaino di magnesio in polvere (facoltativo)

Basta mischiare insieme tutti gli ingredienti e il vostro energy drink sarà subito pronto da bere. Le uniche accortezze da avere sono quella di spremere il succo di limone (o di altri agrumi scelti) sul momento, per mantenere intatte tutte le proprietà.

Non contiene alcun tipo di conservanti, dunque va consumato abbastanza in fretta avendo cura diconservarlo in frigorifero. Vi consigliamo magari di dividerlo in due bottigliette e di aggiungere il succo di limone solo quando dovete effettivamente utilizzarlo.


Informazioni su Centro Medico Effe

Il poliambulatorio CENTRO MEDICO EFFE di Campodarsego (PADOVA), pone al centro della propria attività l’esigenza del paziente e il suo stato di salute, con l’attenzione e la competenza professionale necessarie a soddisfare ogni bisogno di diagnosi e cura. Il poliambulatorio raggiunge tale obiettivo avvalendosi di un’equipe di professionisti altamente specializzati e di strumentazione sia diagnostica che riabilitativa all’avanguardia. Il trattamento dati del paziente è completamente informatizzato, nel pieno rispetto della privacy, pilastro fondamentale in ambiente sanitario. L’ambito riabilitativo è seguito con estrema professionalità dal Dott. Favero Riccardo, Fisioterapista e D.O Osteopata di scuola Francese, con pluriennale esperienza in ambito sportivo di primo livello sia nazionale che internazionale.