I cereali sono importantissimi per la nostra alimentazione poiché rappresentano la principale fonte di carboidrati.

I cereali senza glutine comprendono il mais, il riso, il miglio, l’avena e il teff oltre agli pseudocereali, cioè grano saraceno e quinoa.
Sono cereali inoltre che possono essere consumati da tutti, variando così gli alimenti.
Andrebbero consumati ogni giorno appunto perché rappresentano la fonte principale di carboidrati.

Le persone intolleranti al glutine invece, oltre a tutti questi tipi di cereali, possono consumare l’avena, purché sia certificata senza glutine.
Apportano buone quantità di fibre, importantissime per il benessere intestinale, e micronutrienti fondamentali per la nostra salute, come vitamine e minerali.

Il riso è uno dei cereali più importanti per l’alimentazione umana. I chicchi di riso sono ricchi di carboidrati complessi e fibre, hanno un basso contenuto di grassi. Il riso contiene inoltre vitamine del gruppo B e sali minerali, tra cui potassio e magnesio.
Tra i carboidrati presenti nel riso spicca l’amido, che nei chicchi di questo cereale è composto per l’80% da granuli di piccole dimensioni che rendono questo cereale particolarmente digeribile.

Il mais è poco usato sotto forma di chicchi. E’ diffusa la farina di mais.
Ha un buon contenuto di vitamina E e di vitamine del gruppo B. E’ inoltre il terzo cereale più coltivato al mondo.

Il teff è un cereale originario di alcune zone dell’Africa. I suoi chicchi hanno ottime caratteristiche nutrizionali, in quanto ricchi di proteine.
Contiene inoltre carboidrati a basso indice glicemico e quantità elevate di fibre. E’ consumato soprattutto per chi è diabetico.

Il miglio invece era utilizzato soprattutto per l’alimentazione degli animali da allevamento, ma di recente è stato rivalutato soprattutto perché i chicchi decorticati del miglio non contengono glutine, dunque il loro consumo è indicato in chi soffre di celiachia.

La quinoa presenta un alto contenuto di proteine ad alto valore biologico. Inoltre contiene buone quantità di sali minerali, vitamine del gruppo B e vitamina E.

Il grano saraceno è uno pseudo cereale usato soprattutto sotto forma di farina.  La farina di grano saraceno è impiegata anche nella preparazione di torte e per arricchire gli impasti del pane. I chicchi di grano saraceno sono costituiti principalmente da amido facilmente digeribile, oltre a proteine con un buon valore biologico, vitamine del gruppo B e sali minerali tra cui ferro, zinco, selenio e potassio.

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

© 2013 - 2018 Centro Medico Effe - Poliambulatorio Fisioterapia e Osteopatia - Powered by Riccardo Favero - Informativa Privacy - Cookie - Credits

Telefono        049 55 66 432